« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

BRINDISI : relazione e comunicato su report Arpa

lunedì 25 maggio 2020
BRINDISI : relazione e comunicato su report Arpa“Abbiamo ricevuto da Arpa il report preliminare sulla qualità dell’aria tra il 16 e il 20 maggio, periodo in cui erano previste le attività di manutenzione da parte di Versalis.

Emerge un evidente numero di picchi delle concentrazioni di benzene e di toluene in questi quattro giorni. In particolare, è emerso chiaramente un importante e diffuso fenomeno di inquinamento di benzene rivelato in diverse fasce orarie nelle cabine presenti nell’area di Brindisi in maniera molto marcata nelle centraline Terminal Passeggeri, via Dei Mille, Casale, Sisri in zona industriale e Micorosa area immediatamente esterna al perimetro del Petrolchimico. Il valore massimo si riscontra proprio al perimetro dello stabilimento Petrolchimico il 17 maggio alle 12 con un valore di 35 microgrammi/metrocubo, un valore tra 200 e 300 volte superiore ai normali trend orari.

Inoltre picchi molto elevati, superiori anche al valore medio, si sono rilevati anche nelle altre stazioni cittadine negli stessi giorni.

In particolare il 20 maggio tra le 16 e le 17, in cui tanti cittadini hanno segnalato odori acri intensi in città, i valori di benzene sono stati tra 16 e 21 microgrammi/metrocubo (il valore medio annuo non deve essere superiore a 5, ma su otto ore non deve superare 3, secondo il Report delle Protezioni ambientali).

Anche il toluene, nota sostanza cancerogena, ha fatto evidenziare netti incrementi nei giorni di fermo e di avvio. Così come preoccupante è anche la circostanza che i forni di cracking risultano, dal 13 al 20 maggio, in stato di guasto con dati invalidi.

Il quadro che ne emerge è chiaro quanto preoccupante per la salute pubblica poichè benzene e toluene sono potenti cancerogeni e le esposizioni, anche a picchi di concentrazione oraria, risultano estremamente pericolose per la salute.

Troviamo quindi conferma nel report sulla qualità dell’aria alla nostra decisione di sospendere l’attività degli impianti con un’ordinanza urgente.

È evidente che la tutela della salute non riguarda solo i cittadini di Brindisi ma anche gli stessi lavoratori, viste le rilevazioni della centralina Micorosa nelle immediate vicinanze del perimetro dello stabilimento Petrolchimico, che ha raggiunto i valori massimi per la concentrazione di benzene.


È sempre più necessaria ed urgente l’apertura di un confronto con il governo nazionale per dare a Brindisi la giusta attenzione. La necessità delle riconversioni ecologiche, che riguarda Taranto, la ritroviamo anche nella città di Brindisi. Dobbiamo quindi affrontare un passaggio decisivo con l’obiettivo comune di salvaguardare ambiente, salute e lavoro. Non è più tollerabile dover scegliere tra la salute e il diritto al lavoro. È questo il tema su cui tutti dovrebbero dare il loro contributo anzichè sottrarsi alle proprie responsabilità con dichiarazioni che sono state immediatamente smentite dai fatti”, lo dichiara il sindaco Riccardo Rossi.

25 maggio 2020
Valutazione della qualità dell’aria a Brindisi 16 – 20 maggio 2020 Report Preliminare

 Si riferisce in merito a quanto rilevato attraverso le reti di monitoraggio gestite da Arpa Puglia a Brindisi in particolare nella giornata del 20/5 u.s. (soprattutto nel primo pomeriggio), in relazione alle numerose segnalazioni di “aria irrespirabile” e “odore di gas da molte zone della città”, con conseguente attivazione di Arpa Puglia sia da parte dei Vigili del Fuoco, che del Comune di Brindisi e da privati cittadini; oltre ai dati del 20 maggio, dai quali emerge un evidente incremento delle concentrazioni del benzene alle ore 16 e alle 17 in tre centraline esterne allo Stabilimento (Casale, via dei Mille e Terminal P.), si riportano anche quelli relativi ai giorni precedenti dal 16 al 19 maggio 2020, in considerazione del fatto che erano stati registrati picchi di concentrazione di benzene in alcune stazioni fisse. I dati di cui al presente report sono resi pubblici sul sito di Arpa Puglia al seguente link http://www.arpa.puglia.it/web/guest/qariainq. Funzionari di Arpa Puglia sono intervenuti presso l’impianto effettuando le necessarie attività di verifica e sopralluogo come da verbale di constatazione n. Protocollo 31500 del 21/05/2020 (che si allega al presente report). Sono state richieste da Arpa al Gestore ulteriori documentazioni e relazioni tecniche dettagliate, video-registrazioni torce, dati portate e analisi campioni di gas, entro 7 giorni dal 20 maggio 2020. Si richiama in premessa la nota di Versalis prot. DS/20/094/lp del 12/05/2020 (registrata al protocollo Arpa n. 29197 del 12/05/2020) in cui il Gestore comunicava che a partire dal giorno 13/05/2020 sarebbe stata avviata la fermata dell’impianto Steam Cracking P1CR per manutenzione preventiva del motore del compressore K2001B. Con successiva nota prot DS_20_103_LP (registrata al prot. Arpa n. 31010 del 19/05/2020), Versalis informava gli Enti di stimare la conclusione dei lavori per la data del 23/05/2020. Si riferiscono di seguito le evidenze preliminari emerse dal controllo delle centraline fisse/mobili delle reti gestite da Arpa e dei dati SME visibili ad Arpa. ARPA Puglia effettua il monitoraggio della qualità dell'aria regionale attraverso molteplici strumenti. Alla Rete Regionale di monitoraggio della Qualità dell’Aria, approvata con D.G.R. della Regione Puglia n. 2420/2013 e costituita da 53 stazioni, se ne affiancano altre 7 di valenza locale. La RRQA rispetta i criteri sulla localizzazione fissati dal D. Lgs. 155/10 e dalla Linea Guida per l’individuazione della rete di monitoraggio della qualità dell’aria ai sensi del d.lgs. 155/2010. Le centraline sono dotate di analizzatori automatici per la rilevazione in continuo degli inquinanti normati dal D. Lgs. 155/10: PM10, PM2.5, NOx, O3, Benzene, CO, SO2. Nei territori sprovvisti di reti di monitoraggio, e su richiesta delle Amministrazioni locali, ARPA conduce campagne di rilevazioni con laboratori mobili. ARPA Puglia dispone di dati di qualità dell'aria dal 2004, anno in cui sono state avviate le attività di gestione delle reti di monitoraggio. Questi dati sono disponibili all'indirizzo seguente dove sono resi pubblici giornalmente e si possono esportare: http://www.arpa.puglia.it/web/guest/qariainq. L’intero sistema di monitoraggio dell’aria ricadente nella provincia di Brindisi, della Regione Puglia, di Enel, di Enipower e della Provincia di Lecce, è gestito da Arpa, che elabora e pubblica i dati della rete sul sito ufficiale. I dati di concentrazione orari/giornalieri degli inquinanti possono essere consultati e scaricati sul portale aria della Agenzia. I livelli misurati vengono confrontati con i valori limite orari, giornalieri e annuali così come prescritto dalla normativa di riferimento per la qualitàdell’aria, e successivamente pubblicati sul sito internet dell’Agenzia (http://www.arpa.puglia.it/ReteRilevamento/). Nel Comune di Brindisi, ad oggi, sono attive e
Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione dell’AmbienteSede legale: Corso Trieste 27, 70126 Bari Tel. 080 5460111 Fax 080 5460150 www.arpa.puglia.it C.F. e P. IVA. 05830420724Direzione Scientifica Centro Regionale Aria Corso Trieste 27, 70126 Bari Tel. 080 5460201 Fax 080 5460200 e-mail: aria@arpa.puglia.it2 d i 2 1 funzionanti centraline di monitoraggio della qualità dell’aria che rilevano la frazione del PM10 e quella di PM2.5 del materiale particolato (insieme di sostanze solide e liquide con diametro inferiorea 2.5 micron), oltre al Monossido di Carbonio (CO), agli Ossidi di Azoto (NOX), agli Ossidi di zolfo (SO2) e il Benzene. Altre informazioni sullo stato della qualità dell’aria sia per i diversi inquinanti che per anno o per mese a Brindisi, si possono reperire nei report mensili e nella relazione annuale, pubblicati sul sito di Arpa Puglia. Al seguente link si possono scaricare anche i report mensili e annuali della qualità dell’aria, che riportano le elaborazioni dei dati acquisiti giornalmente in tutte le centraline, comprese quelle ricadenti a Brindisi: http://www.arpa.puglia.it/web/guest/qualita_aria. Sul portale di Arpa (http://www.arpa.puglia.it/web/guest/qariainq) sono disponibili le caratteristichee la collocazione delle stazioni di monitoraggio attive, gestite dall’Agenzia. La rete di monitoraggiopubblica della qualità dell’aria (RRQA) nell’area di Brindisi comprende le stazioni di monitoraggio elencate nella seguente tabella che riporta anche le relative classificazioni, effettuate come previsto dalla normativa e successivamente approvate con D.G.R. 2979/2012 della Regione Puglia

Torna su