« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

Delegazione brindisina a San Giovanni Rotondo

sabato 2 giugno 2012
Delegazione brindisina a San Giovanni Rotondo

Una delegazione brindisina ha partecipato nei giorni scorsi alla manifestazione a San Giovanni Rotondo che ha visto i “nipotini” di San Pio donare all’ordine dei Frati Minori dei Cappuccini, la pergamena dell’Amore, nella certezza che il loro “nonnino” potrà leggerla, con tutta calma , magari in quella ormai storica celletta che lo ha accolto nella parte più Santa della Sua vita.

Dopo la Santa messa, celebrata da Mons. Santucci e comunque, prima della benedizione, è stata donata a Padre. Francesco Di Leo, rettore dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, la targa a Padre Pio, che, per volontà dei tantissimi bimbi di tutta Italia in rappresentanza dei loro fratellini sparsi in tutto il mondo, lo vogliono a “Presidente Mondiale dell’Amore e della grande famiglia di Azzurro Italia – Movimento per  il Territorio e la Vita”.

“E’ stata una giornata colma di emozioni e profonde sensazioni – ha commentato il Presidente Nazionale di Azzurro Italia, il giornalista Attilio Miani – che conserverò, personalmente, nello spazio più profondo e più nobile del mio cuore”. “Abbiamo lavorato in tanti- ha continuato Miani -  per la riuscita di questa, più unica che rara, manifestazione e non posso non ringraziare davvero tutti di Azzurro per l’impegno profuso”.

Azzurro, ringrazia l’Ordine dei Frati Minori dei Cappuccini che hanno permesso la realizzazione del sogno dei nostri bimbi, gli organi di comunicazione  che hanno lodevolmente interpretato il loro ruolo di informazione, le forze dell’ordine, agli amici Ambasciatori dello Stato del Kuwait e dell’A.m.o.m.u,, il Sindaco della calorosa comunità di San Giovanni Rotondo. Nel pomeriggio, nella sala dell’Hotel Villa San Pietro, si è tenuto l’incontro con le associazioni di volontariato locali e sono state consegnate targhe commemorative dell’evento.  Un riconoscimento speciale a Presidente Onorario Puglia, è andato al giornalista, dott. Gustavo DELGADO.

 



Torna su