« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

venerdì 23 settembre 2022
GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIOAPERTURE STRAORDINARIE, VISITE GUIDATE, MOSTRE, MUSICA E CONVEGNI: RICCO IL CARTELLONE DI EVENTI DI SABATO 24 E DOMENICA 25 SETTEMBRE


La sostenibilità come forma di rispetto, salvaguardia, riabilitazione del patrimonio culturale e fattore chiave per aumentarne l'attrattività.



Le Giornate Europee del Patrimonio (GEP), azione congiunta del Consiglio d’Europa e della Commissione Europea diventano nell’edizione 2022, occasione per rivolgersi alle generazioni future e rafforzare il senso di appartenenza e identità nei confronti del patrimonio culturale.



Tre le opportunità per celebrare l’evento partecipativo per eccellenza più condiviso di tutta Europa: si comincia nelle ore diurne di sabato 24 settembre al consueto costo del biglietto di ingresso, si prosegue sabato con le aperture al calar del sole al prezzo eccezionale di 1 Euro; ultimo appuntamento, domenica 25 settembre al costo ordinario del ticket di accesso.



Nei Musei, Castelli, Aree e Parchi archeologici della Direzione Regionale Musei Puglia la riflessione sulla gestione sostenibile del patrimonio culturale, tema delle GEP, passerà attraverso aperture straordinarie, esposizioni di opere a tema, proiezione di immagini inedite sull’architettura dei monumenti, convegni e presentazione dei risultati di recenti campagne di scavo, ma anche visite guidate, musica e tanto altro.



«Anche quest’anno abbiamo cercato di garantire un’ampia offerta culturale che tenesse conto degli esempi virtuosi messi in campo nel nostro piccolo, di gestione sostenibile del patrimonio culturale del territorio - commenta il Direttore Regionale Musei Puglia, il dott. Luca Mercuri- Del resto, al di là delle GEP, da mesi stiamo dando ai visitatori l'opportunità di partecipare attivamente ai lavori in corso nei monumenti interessati da particolari interventi strutturali, per vedere dall’interno cosa significhi gestire e mantenere Musei, Castelli e Aree archeologiche, e rafforzare la responsabilità sociale che ognuno di noi dovrebbe avvertire. La sostenibilità della nostra grande bellezza deve passare attraverso attività educative e di sensibilizzazione realizzate su base continuativa. Tutti sono i benvenuti in questo lungo weekend di festa».




Torna su