« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

Intervento e quesiti sulla presunta Ordinanza di affidamento raccolta rifiuti

lunedì 19 giugno 2017
Intervento e quesiti sulla presunta Ordinanza di affidamento raccolta rifiutiIll.mo Presidente della Regione
Dott. Michele EMILIANO
Ill.mo
Commissario per la gestione del ciclo rifiuti
Avv. Gianfranco GRANDAGLIANO
Ill.mo Presidente ANAC
Dott. Raffaele CANTONE
Ill.mo Commissario Prefettizio
Comune di Brindisi
Dottor Santi GIUF
FRE’
Sub Commissari
Comune di Brindisi
:
Dottor Onofrio Vito PADOVANO
Dott.ssa Maria Angela DANZI’
PUBBLICA RICHIEST
A
Ill. mi Dottori
/Avvocati,
mi permetto di importunare, in qualità di cittadino e contribuente del Comune di Brindisi, nonché persona
direttamente
interessata (
dal momento che
esistono pre
sso il
Tribunale di Brindisi dei contenziosi che riguardano
sia
la società
MONTECO s.r.l.
ch
e la stessa Amministrazione di Brindisi),
avendo
appreso,
dai mezzi di informazione
della
presunta
emissione d
i un’
ordinanza (
pare
in favore della MONTECO s.r.l.) inerente
il

nuovo affidamento temporaneo

del servizio
dei rifiuti
presso la città
di Brindisi.
Premesso che sarà l’attuale gestore dei servizi (Ecologica Pugliese s.r.l.) a dover tutelare i propri int
eressi, lo scrivente
(che in una no
ta riservata di alcuni giorni addietro
ha rivendicato al Dottor. GIUFFRE’ l’esigenz
a di recuperare denari
pubblici per servizi non forniti
, in
ossequio
di obblighi contrattuali
, nel recente passato
)
, con la presente è a r
ichiedere
pubblico riscontro
sulla
attendibilità
di
quanto riporta
to
dall’organo di in formazione sopra indicato.
Ritengo, valutata
l’importanza del ruolo ricoperto da sempre dal Dottor. GIUFFRE’
in
tutela delle legalità e
d in virtù
della
professionalità
e competenza degli altri destinatari della presente,
che quasi certamente vi sia inattendibilità
,
considerato
che
esistono leggi
(
e
d anche
regolamenti
)
da far rispettare;
ad esempio:
l’articolo 11 dell’attuale
Regolamento
Comunale
p
revede
l’
esclusione dall
a contrattazione
per chi risulta inadempiente
.
Vale a dire
, salvo che il regolamento comunale non sia stato modificato,
che

situazioni di
negligenza

inadempienza e malafede
determinano l’esclusione dalla partecipazione alle procedure di affidamento de
i soggetti
che, nell’eseguire
lavori ovvero prestazioni relative ai servizi e forniture a favore del Comune di Brindisi, se ne siano
resi colpevoli

.
Ad ogni buon conto, s
arà pur vero che possano esistere

situazioni straordinarie
” (diciamo cosi)
,
che potr
ebbero far
superare quanto sopra
e quanto attualmente pendente presso i tribunali tra
i contendenti
Comune e MONTECO s.r.l.
(come
ampiamente riportato
dal
la stampa), ma una domanda nasce spontanea : perché la MONTECO s.r.l. dovrebbe accettare u
n
incarico c
he sino a poco tempo fa
ha
formalmente
rifiutato, po
iché ritenuto antieconomico (?)
.
Anzi
le domande sono diverse
,
ad esempio:

p
er quale motivo
MONTECO s.r.l.
risulterebbe essere la prescelta
e non una delle società che avrebbero fornito la
disponibilità
(articoli del 24 maggio u.s.);

gli operatori ecologici (nel caso dovesse subentrare MONTECO s.r.l.) sarebbero garantiti per gli stipendi che
attualmente percepiscono e per i ruoli e funzioni in cui sono inquadrati , oppure il recente distacco
della
MONTEC
O s.r.l.
dalla Confindustria consentirebbe
alla stessa di apportare
delle modifiche
economiche
, che altri
gestori dei servizi non hanno potuto attuare (?)

Ecologica FALZARANO, ad esempio, è incappata in
contrattazioni sindacali che le hanno impedito il s
ubentro (in qualità di assegnataria di gara) quando il DURC era
regolare
, proprio per argomenti salariali e di inquadramento del personale
;

sulla base di quale capitolato
(
e con quale canone
)
si dovrebbe esercitare
l’eventuale nuovo affidamento ed
impegno
contrattuale
(?),
ad esempio
:
quali dovrebbero essere le
date di immatricolazione dei mezzi

come si
intende far rispettare
la regolarità edilizia ed urbanistica delle aree
da destinare a
l ricovero dei mezzi e del
personale

quale sarà il
disciplinare d
elle attività da svolgere
che
si dovrà rispettare
.
In s
intesi,
tutto ciò che ad oggi si è preteso dai precedenti gestori
è
previsto per chi dovrà gestire il futuro (??).
R
i
cordando
a me
stesso
che
un affidamento diretto non si
può effettuare (
precedenti a
mministratori sono stati fermati
da
sentenze d
el TAR e del Consiglio di Stato
,
ma
non solo !!
anche
dall’ ANAC

Il Dott. CANTONE ,in merito, è stato
categorico
)
, chiedo se
oggi tutto ciò sia
superato (?).
Comunque, sempre per quanto si apprende da
gli organi di stampa
, si presume che la notizia
da essi
divulgata
“ordinanza in favore di MONTECO .....”
anche se attendibile
sia superata, specie ora che Ecologica Pugliese s.r.l.
pare
abbia present
ato un concordato in continuità
,
ovvero
abbia
azionato
quello
strumento che consente
ndo
il
proseguimento delle attività,
la
mancata interruzione dei rapporti contrattuali in essere
e
la gestione controllata
(
con
relativo soddisfo ai creditori
), scongiura qualsiasi emergenza
.
Magari,
con
il superamen
to di tale emergenza
, si
potrà dar
vita
a
quanto necessar
io per la famosa gara decennale
che
,
con condizioni migliori rispetto alle attuali, potrebbe richiamare l’
interesse di molte
aziende e chissà se
si
potrebbe
trovare
anche un gestore
per gli impianti
di trattamento dei rifiuti presenti nel territorio locale,
diminuendo i costi di gestione e, conseguentemente, le tasse per noi contribuenti.
Ringrazio per l’ attenzione e lo spazio che si vorrà destinare.
Geom. Piero GIOIA


Torna su