« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

Longo: fronte compatto contro l'invasione di olio di oliva dalla Tunisia

venerdì 25 settembre 2015
Longo: fronte compatto contro l'invasione di olio di oliva dalla Tunisia "La Puglia deve far fronte comune a tutela dei produttori di olio extravergine d'oliva". E' l'appello del vicepresidene del Consiglio regionale pugliese, Peppino Longo, contro la proposta della Commissione Ue di concedere l'ingresso supplementare nel mercato europeo di 35mila tonnellate di olio d'oliva tunisino che si vanno ad aggiungere alle oltre 50mila tonnellate già previste da un precedente accordo. "Si tratta di una decisione che creerà enormi danni al settore olivicolo del nostro Paese e in particolare della Puglia, terra regina per la produzione di extravergine di oliva che, beninteso, è un prodotto che presenta proprietà organolettiche di gran pregio a differenza dell'olio che si intende fare entrare in Europa. Per questo considero nostro preciso dovere, al fianco del presidente Michele Emiliano, della Giunta regionale pugliese, dei nostri parlamentari e europarlamentari, batterci con tutte le vie legali e politiche a disposizione affinchè i produttori europei, e in particolare italiani, non vengano assolutamente penalizzati. Naturalmente è vero che c'è un fine solidale, e condivisibile, a sostegno dell'economia di un Paese in difficoltà, ma è un errore gravissimo nel contempo danneggiare la nostra economia, in particolare modo nel settore agroalimentare, per di più dopo una serie di annate particolarmente difficili, con una misura sciagurata che mette in ginocchio l'olio d'oliva italiano di qualità e colpisce direttamente anche i consumatori".

Peppino Longo

Vicepresidente Consiglio

Regione Puglia

Torna su