« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

Marcia della fede

venerdì 30 marzo 2012
Domani, sabato 31 marzo, vigilia della Domenica delle Palme, si svolgerà a Brindisi la tradizionale Marcia della Fede con i giovani della Diocesi sul tema “Siate sempre lieti nel Signore”.
L’iniziativa è organizzata dal Servizio diocesano di Pastorale Giovanile, guidato da don Marco Candeloro e Danilo Di Leo, e sarà anche l’occasione per celebrare la 27ª Giornata della Gioventù che quest’anno verrà vissuta nelle singole diocesi, in vista della Giornata Mondiale di Rio de Janeiro nel 2013.
I giovani, provenienti dai 14 comuni della Diocesi, si ritroveranno alle ore 16 presso il Santuario di S. Maria del Casale dove è prevista un’accoglienza festosa dei partecipanti Alle ore 16.30 è previsto un momento di riflessione animato dagli stessi giovani e guidato dall’Arcivescovo, Mons. Rocco Talucci.
Alle ore 17.30 avrà inizio la Marcia vera e propria che vedrà i giovani camminare verso il centro della città di Brindisi con animazione festosa, lettura di testi e canti. Per raggiungere il centro, i giovani seguiranno il seguente percorso (http://g.co/maps/uadqf) che li porterà fino a Piazza Vittoria, dove l’arrivo è previsto per le ore 19:30.
Qui ci sarà l’intervento conclusivo di Mons. Rocco Talucci e, a seguire, un concerto a cura della Gioiosa Band di Villaricca (un gruppo della Comunità Nuovi Orizzonti, organizzazione presente a livello nazionale e internazionale che si pone l’obiettivo di intervenire in tutti gli ambiti del disagio sociale - http://www.nuoviorizzonti.org/index.php/it/chi/opere-e-progetti).
La Marcia della Fede giunge a conclusione della Peregrinatio crucis, vissuta dai giovani della Diocesi, nelle singole città, durante la Quaresima.

Intanto con la Domenica delle Palme, nella quale si commemora l’ingresso di Gesù in Gerusalemme, ha inizio la Settimana Santa. Quest’ultima culmina con il Triduo Santo, centro dell’intero anno liturgico, nel quale viene celebrato il mistero pasquale del Signore crocifisso, morto, sepolto e risuscitato.
Nel Triduo Santo si entra con un preludio rappresentato dalla Messa della Cena del Signore, il Giovedì Santo a sera, e si svolge pienamente nella giornata di Venerdì, indicata come la vittoria della Croce e in quella del Sabato, giorno della sepoltura del Signore che ridesta la speranza della risurrezione.

Torna su