« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

Nessun permesso per il glifosato tossico in Europa

venerdì 25 febbraio 2022
Nessun permesso per il glifosato tossico in EuropaDopo anni di polemiche e scandali, nel 2017 la Commissione europea ha autorizzato un permesso di cinque anni per il diserbante della Bayer-Monsanto, il glifosato. Questo permesso a livello europeo scadrà il 15 dicembre 2022.

Negli ultimi anni, diversi esperti indipendenti hanno dimostrato che l'esposizione al glifosato può causare danni permanenti ai nostri geni [1] e che la maggior parte degli studi dell'industria dei pesticidi forniti alle autorità dell'UE per dimostrare la sicurezza del glifosato non soddisfano gli standard scientifici internazionali essenziali [2].

Eppure, nonostante queste evidenze, il gruppo per il rinnovo del glifosato (Glyphosate Renewal Group) guidato da Bayer-Monsanto ha presentato un dossier nel dicembre 2019 chiedendo che il loro erbicida venga nuovamente approvato [3].

Attualmente, ingenti quantità di glifosato vengono spruzzate sulle colture in tutta l'UE - causando un impatto devastante sulla biodiversità, uccidendo api, uccelli e quindi minacciando la stabilità dell'intero ecosistema. Permettere che tonnellate di erbicidi dannosi per le api di Bayer-Monsanto continuino ad essere spruzzati sui terreni agricoli di tutta Europa non solo esacerberà la crisi della biodiversità in corso, ma accrescerà anche l'inquinamento dei nostri fiumi e torrenti.

Eppure, proprio ora, l'estensione dell'autorizzazione del glifosato è di nuovo in discussione in Europa, e la nostra battaglia lungi dall'essere vinta. Come sempre, i lobbisti della Bayer-Monsanto stanno inondando i politici europei con studi di parte per far valere le loro ragioni.

Ecco perché, come cittadini, dobbiamo tenere alta la pressione e far sapere agli stati membri dell'UE e alla Commissione europea che non permetteremo loro di continuare ad avvelenare gli ecosistemi dai quali tutti noi dipendiamo per gli anni a venire.

Chiediamo quindi alla Commissione europea e agli Stati membri dell'UE di non rinnovare l'autorizzazione all'uso del glifosato nell'Unione europea.

Torna su