« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

San Lorenzo da Brindisi e la spiritualità cristiana in Terra d'Otranto fra XVI e XVII secolo.

mercoledì 4 settembre 2019
San Lorenzo da Brindisi e la spiritualità cristiana in Terra d'Otranto fra XVI e XVII secolo.Brindisi, Basilica Cattedrale, 5 settembre 2019, inizio ore 17.30
Oggi non è sufficiente essere santo: è necessaria la santità che il momento
presente esige, una santità nuova, anch'essa senza precedenti.
Simon Weil
Spiritualità indica, nel linguaggio della teologia contemporanea, uno stile di vita, originato e derivato dall'esperienza religiosa personale, vissuto nel concreto della propria esistenza, in una prospettiva soprannaturale a lungo termine. Ne sono contenuti oggettivi quelli della rivelazione cristiana, dei dogmi, della liturgia e dei documenti del magistero della Chiesa; le modalità soggettive con cui quei contenuti sono vissuti nel concreto dell'esistenza provengono dalla vita interiore del credente, di colui che prega e cerca continuamente la volontà di Dio su di lui. La spiritualità intesa come stile di vita diventa progressivamente una cultura, una interpretazione globale del proprio mondo. L'esperienza dello Spirito plasma così non solo il comportamento individuale e comunitario ma anche tutte le espressioni del credente, come l'arte, la politica, l'ambiente, l'impegno sociale. Nell'operare di san Lorenzo da Brindisi si coglie come costituisca un imperativo rendere conto della propria esperienza religiosa, intesa come presenza vissuta e incontro di comunione con Dio; la sua fede non è un'arida astrazione, ma costituisce un tessuto connettivo di vita. La sua prima formazione si svolge in Brindisi e qui entra in contatto con esperienze spirituali proprie di una terra di confine: viva era la memoria dei fatti di Otranto e di quelli, più recenti di Castro, diretta era la percezione di Brindisi quale baluardo dell'Occidente innanzi all'espansionismo ottomano. Su queste premesse si declinano temi e itinerari di ricerca promossi in questo incontro di studi e declinati attraverso relazioni che illustreranno, con riferimento a Terra d'Otranto e Brindisi fra XVI e XVII secolo, la presenza dei Cappuccini, il dibattito religioso, culturale e politico, la prima formazione di san Lorenzo in Brindisi.

Programma

Indirizzi di saluto
S.E. Dr. Umberto Guidato
Prefetto di Brindisi

On. Mauro D'Attis
Camera dei deputati

Riccardo Rossi,
Sindaco di Brindisi

Liana Serafino,
Presidente dell'Associazione San Lorenzo

Rev. d. Mimmo Roma
Amministratore Parrocchiale della Cattedrale di Brindisi


Relazioni

Alfredo Di Napoli OfmCap
Società di Storia Patria per la Puglia
La disputa fra Giovanni Bernardino Bonifacio e padre Giacomo Paniscotti

Rosanna Savoia
già Direttrice Archivio di Stato di Brindisi
Cappuccini "illustri" in Terra d'Otranto tra XVI e XVII secolo

Giuseppe Maddalena Capiferro
Società di Storia Patria per la Puglia
La naturalis philosophia in Terra d'Otranto fra XVI e XVII secolo

Antonio Mario Caputo
Società di Storia Patria per la Puglia
San Lorenzo da Brindisi "Dottore della Chiesa". Il percorso spirituale tra le sue molteplici responsabilità.

Domenico Ble
Il dipinto di san Lorenzo da Brindisi conservato nella chiesa dell'Annunziata di Mesagne

Giacomo Carito
Società di Storia Patria per la Puglia
Aristotelismo e platonismo nel Salento. La prima formazione di san Lorenzo da Brindisi.


Conclusioni
S. E. Mons. Domenico Caliandro
Arcivescovo di Brindisi – Ostuni

Coordina e introduce i lavori
Antonio Mario Caputo


Organizzazione:
Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni. Cattedra Laurenziana
Società di Storia Patria per la Puglia. Sezione di Brindisi
History Digital Library, Brindisi

Adesioni:
Associazione "San Lorenzo da Brindisi", Brindisi
In_Chiostri, Brindisi

Torna su