« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

Sit in a Bari per i lavoratori dell'Assistenza Domiciliare Integrata

lunedì 2 luglio 2012
Il Sindacato Cobas del Lavoro Privato di Brindisi organizza  a Bari 
sul lungomare ,di fronte la sede della Regione Puglia , un sit-in 
dei 
lavoratori della ADI (assistenza domiciliare integrata ) per 
Martedì 
3 
Luglio a partire dalle ore 13,00  in concomitanza di una riunione 
della 
Giunta Regionale  , per chiedere una soluzione  ad un problema che 
si 
trascina ormai da diversi anni.
I lavoratori dell’ADI erano  giunti infatti ad un passo dall’essere 
assunti dalla Sanitaservice avendo svolto addirittura le visite 
mediche 
.
 La  Regione  Puglia ha deciso improvvisamente di stoppare il tutto 
adducendo  motivi di carattere legale relative alle sentenze sul 
processo di internalizzazione  intentate dalle aziende appaltatrici.
In questi mesi di forti proteste da parte dei lavoratori è però 
maturata la convinzione da parte dell’ASL di Brindisi  di trovare 
una 
soluzione.
La vuole trovare attraverso l’idea della  costituzione di una 
società 
mista ,ma con maggioranza pubblica ,che dia luogo ad una 
sperimentazione del servizio.
Per questo la dottoressa Paola Ciannamea ,direttore dell’ASL di 
Brindisi , ha realizzato  e già presentato alla Regione Puglia un 
progetto di sperimentazione del servizio con relativo piano 
economico 
.
A questo punto i lavoratori dell’ADI hanno deciso che la protesta 
doveva spostarsi a Bari ,affinché il tutto non si perda nelle 
nebbie 
della Regione.
Il Sindacato Cobas ha già chiesto un incontro per Martedì 3 Luglio 
un 
incontro con il Presidente della Regione Puglia , Niki Vendola , 
unitamente all’Assessore alla Salute Attolini .
In questo incontro il Sindacato Cobas   chiederà che la proposta  
giunta da Brindisi possa trovare risposta nel più breve tempo 
possibile 
.
Pensando anche come possibilità che il processo di 
internalizzazione 
di questi lavoratori  se si riescono a superare   legittimamente 
una 
serie di difficoltà legate all’applicazione delle varie sentenze in 
merito può ancora essere realizzato.
Pensando anche alla estrema necessità  di  liberarsi anche della 
società che attualmente gestisce in proroga il servizio ,la 
Medicasa, 
che non ha mai rispettato gli impegni con l’ASL e che ha succhiato 
nel 
corso degli anni ingenti risorse economiche su cui sarebbe 
importante 
metterci il naso.
Il Sindacato Cobas misurerà nella giornata di domani l’attenzione 
che 
la Regione Puglia riserva ai lavoratori dell’ADI di Brindisi , 
figli 
di 
un loro errore  a cui devono trovare soluzione.
Brindisi 02.07.2012
Per il Cobas del Lavoro Privato Roberto Aprile


Torna su