« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

SOSPESE LE OPERAZIONI DI ABBATTIMENTO A MONOPOLI L'OLIVO CONDANNATO A MORTE E' NEGATIVO AL BATTERIO XYLELLA FASTIDIOSA

martedì 7 maggio 2019
SOSPESE LE OPERAZIONI DI ABBATTIMENTO A MONOPOLI  L'OLIVO CONDANNATO A MORTE E' NEGATIVO AL BATTERIO XYLELLA FASTIDIOSAL'Osservatorio Fitosanitario con una informativa URGENTE, sospende le operazioni di abbattimento poiché ha rilevato la negatività al batterio, precedentemente dichiarata positiva dalle Reti di Laboratori Selge.

Ancora una volta i monitoraggi smentiscono le dichiarazioni della scienza "ufficiale".

Alla luce di questa ennesima evidenza, i risultati dei monitoraggi trasmessi fino ad oggi NON SONO AFFIDABILI. Sulla base di questi dati inaffidabili C'E' CHI VUOLE DISTRUGGERE MEZZA REGIONE compresi gli olivi in perfetta salute come quello di c.da TERMETRIO a Cisternino e numerosi altri soprattutto nell'Alto Salento e nella Piana degli Ulivi!

In particolare nella Piana degli Ulivi in questi giorni, in fretta e furia stanno abbattendo piante in perfetta salute e monumentali, dichiarate infette dalla stessa Rete Selge che ha dichiarato infetta la pianta di Monopoli.

Adesso è quanto mai chiaro il divieto di contro analisi – contrario alla scienza e al diritto – imposto ai proprietari!

Ricordiamo che il Testimone scomodo di Cisternino è stato abbattuto in un blitz notturno, sotto la pioggia, da sconosciuti, senza alcun mandato e con la scorta delle forze dell'ordine, violando la proprietà privata.

Pertanto, C H I E D I A M O

- all'Osservatorio fitosanitario di effettuare nuovamente le analisi di tutti gli olivi dichiarati infetti, iniziando da quelli sui quali pende l'ingiunzione di abbattimento;

- al Governo di consentire ai proprietari la possibilità di effettuare contro analisi presso laboratori terzi anche fuori Regione;

- al Governo di sospendere con effetto immediato il Decreto Centinaio (ottobre 2018) e gli Artt. 6,7 e 8 del Decreto Emergenze poiché si fondano su tutta una serie di incertezze e infondatezze scientifiche, così come anche nettamente evidenziato dalla procura di Lecce.



Altro che emergenza Xylella!

QUI L'EMERGENZA E' DEMOCRATICA!

Adesso più che mai chiediamo e pretendiamo trasparenza e giustizia,

perché la NOSTRA TERRA e la NOSTRA DIGNITA' NON sono IN VENDITA!



Comitato per la Salvaguardia dell'Ambiente e del Paesaggio – Valle d'Itria

Terra D'Egnazia Onlus

Popolo degli Ulivi

Movimento per la Carta dei Diritti di Madre Terra

Torna su