« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

SOSTEGNO ALLA PROMOZIONE DI PRODUTTORI DI QUALITA'

lunedì 26 febbraio 2018
SOSTEGNO ALLA PROMOZIONE DI PRODUTTORI DI QUALITA'Con Determinazione dell’Autorità di Gestione n. 20 del 16 gennaio 2018 è stato pubblicato l’avviso pubblico per la presentazione di DdS alle attività di informazione e promozione svolte da associazioni di produttori nel mercato interno. Obiettivo generale è sostenere la produzione regionale agricola e agroalimentare di qualità anche attraverso azioni di informazioni per sensibilizzare il consumatore riguardo i caratteri distintivi delle produzioni di qualità certificate, anche in un’ottica di espansione commerciale, in modo da rendere i cittadini consapevoli dello stretto legame che intercorre tra metodi di produzione del cibo e qualità del territorio.

Di seguito breve scheda riassuntiva dell’avviso
Obiettivi specifici

– Migliorare la conoscenza dei regimi di qualità, delle caratteristiche dei processi produttivi, delle attuali tecniche agricole e delle proprietà qualitative, nutrizionali e organolettiche dei prodotti di qualità;

– Promuovere azioni di sostegno della fase di commercializzazione dei prodotti rivolte prevalentemente agli operatori di settore (buyers, ristoratori, stampa, opinion leader), attraverso l’utilizzo di strumenti di comunicazione e iniziative di incoming di operatori esteri;

– Favorire azioni promozionali rivolte ai cittadini, comprese quella attuate nei punti vendita;

– Incentivare organizzazione e partecipazione a manifestazioni, fiere, eventi ed esposizioni.

Sono eleggibili al regime di sostegno i sistemi di qualità alimentare istituiti dai regolamenti comunitari in riferimento alle produzioni opportunamente indicate:

Regolamento (UE) 1151/2012 (che ha abrogato i regolamenti (CE) 509/2006 e 510/2006)
Regolamento (CE) 834/2007
Regolamento (CE) n. 110/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla definizione, alla designazione, alla presentazione, all’etichettatura e alla protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose;
Regolamento (UE) n. 251/2014 concernente la definizione, la designazione, la presentazione, l’etichettatura e la protezione delle indicazioni geografiche dei prodotti vitivinicoli aromatizzati;
Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Consiglio parte II, titolo II, capo I, sezione 2, “Settore vitivinicolo”: VINI DOP (DOC e DOCG) e IGP (IGT)

L’intervento si attua sull’intero territorio regionale.
Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria è di 1.500.000,00 (euro unmilionecinquecentomila/00)
Soggetti beneficiari

Associazioni di produttori che riuniscono operatori attivi in uno o più regimi di Qualità, costituite in qualsiasi forma giuridica (comprendenti anche l’industria) come definito nel capitolo 8.1 del PSR 2014-2020
Tipologie di investimenti

1) attività di tipo informativo e promozionale

– informazione e promozione nel mercato interno sui sistemi di qualità sostenuti dalla sottomisura 3.1 e sui relativi sistemi di tracciabilità, etichettatura e simboli grafici;

– realizzazione eventi promozionali, workshop, attività di incoming, incluse quelle svolte nei punti vendita e nel canale HoReCa;

– realizzazione e sviluppo di siti web.

2) attività pubblicitarie

– pubblicazioni e prodotti multimediali (escluso film);

– realizzazione e diffusione di immagini fotografiche e video a scopo promozionale;

– cartellonistica e affissioni;

– acquisto di spazi pubblicitari e pubbliredazionali, pubblicità su media e su piattaforma internet.

3) organizzazione e partecipazione a manifestazioni, fiere ed eventi analoghi.

Le attività informative e promozionali devono indurre i consumatori ad acquistare i prodotti agricoli e alimentari che rientrano nei regimi di qualità di cui all’articolo 16, paragrafo 1 del Regolamento (UE) n.1305/2013 e devono attrarre l’attenzione sulle caratteristiche o i vantaggi di tali prodotti, con particolare riferimento ai seguenti aspetti connessi al regime di qualità:

– qualità del prodotto,

– metodi specifici di produzione,

– elevato grado di benessere degli animali,

– rispetto dell’ambiente,

– etc.

Le attività di informazione e promozione, oltre ad essere coerenti con le indicazioni prescritte in “Obblighi di informazione e pubblicità “Linee guida per i beneficiari”, devono fare riferimento esclusivamente alle DOP e IGP nonché ai logotipi relativi agli altri sistemi di qualità, non ad altre etichette o logotipi.

Tutte le attività di informazione e promozione ammesse ai benefici a seguito del presente avviso, devono avere inizio successivamente alla data di rilascio della DdS nel portale SIAN e devono concludersi entro il 31 dicembre 2018, pena la revoca degli aiuti concessi.
Tipologia ed entità del sostegno

È prevista la concessione di sostegno pubblico nella forma di contributo in conto capitale, nella misura massima del 70% del costo totale ammissibile.

Per il rimanente 30% il beneficiario dovrà comprovare il possesso dei mezzi finanziari propri producendo lettera di assenso di un istituto di credito o una dichiarazione del responsabile legale del soggetto beneficiario che attesti la disponibilità della precitata quota prevista (30% del costo totale).
Modalità e termini per la presentazione della domanda

Il portale SIAN, ai fini della compilazione, stampa e rilascio della DdS, sarà operativo a partire dal 30 gennaio 2018 e fino alle ore 24:00 del 22 febbraio 2018.

La copia cartacea della domanda di sostegno rilasciata nel portale SIAN, sottoscritta ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. n. 445/2000 con tutta la documentazione indicata nell’art. 13 dell’avviso, deve essere inserita in plico chiuso che dovrà pervenire solo ed esclusivamente all’Ufficio Protocollo del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambientale della Regione Puglia – Lungomare N. Sauro, n. 45/47 – 70121 BARI – Responsabile della sottomisura 3.2, entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 27 febbraio 2018.

La graduatoria sarò formulata sulla base dei criteri di selezione e attribuzione punteggio di cui all’art. 14 dell’avviso

Il punteggio minimo ammissibile è 30 punti; A parità di punteggio sarà data priorità alle DdS che richiedono un costo minore.





Torna su