« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

STOP AGLI ABBATTIMENTI DI ULIVI SECOLARI DIFFIDA contro l'Osservatorio Fitosanitario

martedì 11 giugno 2019
STOP AGLI ABBATTIMENTI DI ULIVI SECOLARI  DIFFIDA contro l'Osservatorio FitosanitarioIl Comitato per la Salvaguardia dell'Ambiente e del Territorio – Valle d'Itria, l'Associazione Terra d'Egnazia, il Movimento per la Carta dei Diritti della Madre Terra, l'Associazione Bianca Guidetti Serra e l'Associazione Spazi Popolari, hanno inviato una DIFFIDA all'Osservatorio Fitosanitario regionale a procedere a ulteriori abbattimenti di piante di olivo.

Le Associazioni mettono in guardia la Regione e la popolazione tutta che il procedere degli abbattimenti e l'uso massiccio di insetticidi, previsti nelle misure di lotta al batterio Xylella fastidiosa, porterà a gravi e irreversibili conseguenze, comprese la desertificazione di buona parte del territorio regionale, la riduzione della biodiversità, danni all'ecosistema e aggravamento dei cambiamenti climatici dovuti all'aumento dell'anidride carbonica in atmosfera, a causa della drastica riduzione della funzione "Carbon Sink" (tipica della foresta di olivi) e dell'incenerimento di tronchi, branche e rami delle piante di olivo abbattute.

Le associazioni CHIEDONO, inoltre:

• all'Osservatorio fitosanitario di effettuare nuovamente le analisi di tutti gli olivi dichiarati infetti, iniziando da quelli sui quali pende l'ingiunzione di abbattimento al fine di escludere ogni errore e/o falso positivo che produrrebbe effetti irreparabili;

• alla Regione Puglia di consentire analisi di parte anche presso altri laboratori diversi da quelli della Rete Selge (italiani e esteri).

Tali richieste sono giustificate dall'esistenza di "falsi positivi" e/o di errori nelle analisi effettuate, comprovate dal provvedimento di sospensione degli abbattimenti in agro di Monopoli dell'Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia del 6 maggio scorso.

Inoltre, tali richieste sono la logica conseguenza dell'esistenza di documentate strategie di controllo integrato dei patogeni, compreso il controllo del batterio Xylella fastidiosa (come dimostrano anche alcune pubblicazioni scientifiche), prodotte dal CREA – Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l'analisi dell'Economia Agraria – ente di ricerca del Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo.

DIFENDIAMO IL PAESAGGIO, L'ECOSISTEMA, L'ECONOMIA LOCALE E IL CLIMA

LA NOSTRA TERRA NON E' IN VENDITA. LA NOSTRA DIGNITA' NEPPURE



Comitato per la Salvaguardia dell'Ambiente e del Territorio – Valle d'Itria

'Associazione "Terra d'Egnazia"

Movimento per la Carta dei Diritti della Madre Terra

'Associazione "Bianca Guidetti Serra"

'Associazione "Spazi Popolari"acaruso3@inwind.it>;"

Torna su