« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

Tutto cambia affinchè niente cambi

lunedì 9 aprile 2012
Una famosa frase del capolavoro cinematografico di Luchino Visconti 'Il Gattopardo', tratto dal romanzo di Tomasi di Lampedusa, recita '"Tutto cambia affinché nulla cambi'.
Questo il senso del lungo discorso che Don Fabrizio, il principe di Salina, fa al cavaliere Chevalley sceso in Sicilia per cercare la classe dirigente del nuovo Regno d'Italia.

Sembra una frase d'altri tempi eppure a gurdarsi intorno in città, in questo lungo periodo pre elettorale, ci sembra di essere in un film già visto. Le facce di molti candidati, nonostante motti e slogan di rinnovamento, appaiono già viste e riviste.

'Ora si può' 'Fatti e non parole' 'Pensiamo al cambiamento' , frasi incisive ma accostate a persone che hanno già trovato posto in consiglio comunale, e anche tra gli assessori, e per più di una legislatura, hanno il sapore di ' presa per i fondelli ' ai cittadini che si sono visti precipitati nella drammatica realtà di degrado per Brindisi che è sotto gli occhi di tutti.

Per una volta avremmo sperato che, prevalendo il buon senso, tutti i candidati, ma proprio tutti, fossero stati scelti nella novità alla vita amministrativa di questa città, o almeno che quelli veterani non si vergognassero o non rinnegassero i propri vissuti.

DANIELA D'ALO' ITALIA DEI VALORI

 

Torna su