« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

Un voto di responsabilità

lunedì 30 aprile 2012
UN VOTO DI RESPONSABILITA’ PER BRINDISI             
Di CALVARUSO Giuseppe – ITALIA dei VALORI per BRINDISI
In questa campagna elettorale per le imminenti elezioni amministrative, da più parti si invoca il cambiamento, anche da parte di chi il cambiamento non lo ha mai voluto ed ha percorso strade che lo hanno volutamente e impunemente ostacolato. Si tratta di personaggi e interpreti di una politica corrotta e che corrompe, di quella vecchia, cattiva politica,  che ha messo la Città di fronte alla negoziabilità della salute pubblica, per fantomatici posti di lavoro e strozzando la libertà individuale per scelte subdolamente coatte e apparentemente necessarie alla sopravvivenza. Ma il denaro dilapidato, quello versato dai cittadini per il benessere sociale diffuso, quello che avrebbe dovuto renderli fruitori di servizi e beni, quello che con sacrificio molti hanno versato, ha preso in passato vie traverse ed a quegli stessi cittadini che si chiede ora il voto e con le modalità di sempre. Coloro i quali si ripropongono oggi promotori di cambiamento, sono gli stessi che hanno raso al suolo questa città con i raids della corruzione, dell’inganno e del malaffare, sono gli stessi che su alcune questioni della realtà brindisina, prima erano contro ed ora sono alleati, ma adesso proclamano insieme il cambiamento. Ma di quale cambiamento si tratta? L’unico cambiamento che si possa intravedere è quello di facce nuove reclutate qua e là, per poter agire ancora dietro le quinte e per la detenzione di un potere che mai sarà in grado di progettare sviluppo, che mai penserà alle risorse naturali del territorio brindisino come generatori di occupazione, di movimento turistico e di economia, ma penserà ancora alla colonizzazione delle nostre vite, della nostra libertà e del governo della nostra Brindisi, per fare di quelle risorse, un personale Bancomat permanente. Questo dobbiamo impedirlo e abbiamo lo strumento per farlo: il nostro voto libero. L’occasione delle elezioni amministrative è un’occasione unica per ciascuno di noi, è l’occasione irripetibile per fermare la macchina dell’inganno, per guardare al presente e per averne cura in modo propedeutico al futuro, per fare del 6 e del 7 Maggio 2012 le date memorabili di una nuova Resistenza e fare in modo che nella cabina elettorale, ognuno possa essere partigiano per la liberazione di Brindisi dall’oppressione subita dei personalismi e degli egoismi della politica del malaffare. Date memorabili, in cui ciascuno deve avere il coraggio di schierarsi con determinazione dalla parte della politica sana, che non ricatta, che non svende, che non illude e che ha dimostrato di lottare con i cittadini e per i cittadini a livello nazionale e locale. Abbiamo il dovere, dunque, di dare il voto con oculatezza, con rabbia per le offese arrecate alla nostra intelligenza, alla nostra dignità e a tutte quelle famiglie povere o alle soglie della povertà. Dobbiamo farlo con tutte le nostre forze, per rendere operante la volontà di creare discontinuità con la politica mercenaria; dobbiamo dare il voto liberi e a testa alta, in nome di un passato che ogni 25 Aprile ci ricorda il sangue versato per la conquista della libertà di ciascuno di noi. Abbiamone cura di questa libertà, esercitiamola totalmente e senza condizionamenti in nome del passato, del presente e del futuro nostro e dei nostri figli, ma  con un voto di responsabilità. QUESTO E’ IL VERO CAMBIAMENTO!     
                                                                                           CALVARUSO GIUSEPPE
                                                                 CANDIDATO NELLA LISTA DELL’ITALIA DEI VALORI


Torna su